venerdì 2 agosto 2013

Recensione: "Reached - L'Arrivo" - Ally Condie

Buongiorno a tutti, come state? Io non ho proprio voglia di tornare al lavoro dopo ma mi tocca. Pensiamo al fatto che domani sono a casa, dai! Voi che intenzioni avete per il weekend? Io non so ancora, so solo che ho voglia di stare all'aria aperta e di festeggiare, vedremo cosa ci inventeremo io e i miei amici.
Oggi recupero un po' con la recensione di un libro letto un po' di tempo fa, Reached di Ally Condie, ultimo capitolo della trilogia di Matched.


Titolo: Reached - L'Arrivo
Serie: Matched #3
Autore: Ally Condie
Numero di pagine: 436
Anno di pubblicazione: 2013
Casa editrice: Fazi

Citazione:
Non avrei mai visto la luce, se lei non l'avesse indicata, ma una volta che l'ha fatto, non ho potuto ignorarla.

Il viaggio di Cassia è iniziato con un errore, un momentaneo bug negli ingranaggi della altrimenti perfetta immagine che dà di sé la Società. Dopo aver attraversato canyon in territori remoti per tornare libera; ora aspetta, pronta per l'ultimo atto, che l'attesa finisca. Insieme alla ragazza anche Ky e Xander sono uniti dalla stessa missione: lavorare per l'Insorgenza, l'enigmatica organizzazione che vuole far capitolare la Società. Dopo anni di attività sotterranea, l'Insorgenza è finalmente pronta a lanciare il suo attacco. Un virus letale viene rilasciato nei corsi d'acqua e in breve tempo il genere umano inizia a morire: la malattia dilaga velocemente e la Società non ha le risorse per curare tutti; l'Insorgenza sì. Dimostrando che la Società non è così affidabile e organizzata come vuole apparire, la forza ribelle ne distrugge quindi il caposaldo, l'idea di perfezione. Ma quando il virus muta e nessuno, nemmeno l'Insorgenza, sa come curarlo, serviranno misure straordinarie per salvaguardare il mondo in pericolo. Una giovane donna si è scagliata contro chi minaccia di eliminare quel che c'è di più importante: l'amore, la famiglia, la possibilità di scegliere. La quieta rivoluzione di Cassia sta per esplodere in una ribellione globale. L'ultimo capitolo della trilogia di Matched.


Recensione


Reached è il terzo e ultimo libro della saga di Matched. Ho scoperto la serie quasi per caso, vagando per la biblioteca - non avevo soldi da spendere in libri e mi sono dovuta arrangiare. L'ho letto e l'ho letteralmente amato, così ho comprato il secondo e ho aspettato con ansia il terzo che fortunatamente è arrivato molto presto. Il giorno in cui è uscito mi sono fiondata in libreria a comprarlo.

Dunque, nel libro precedente - Crossed - avevamo lasciato i protagonisti alleati con l'Insorgenza. Quest'ultima è finalmente pronta a mostrarsi e ad attaccare ufficialmente la Società, in un modo abbastanza geniale. Il Nemico era stato sconfitto a causa di un virus che era stato rilasciato nei loro corsi d'acqua. La Società - che dovrebbe essere perfetta ed avere ogni cosa sotto controllo - non possiede la cura per questo virus, mentre l'Insorgenza si, ed è pronta ad utilizzarla. Così il virus inizia a dilagare per la Società, senza che essa abbia la possibilità di fermarla o di curare i cittadini. E così entra in gioco l'Insorgenza, che prende in mano le redini della situazione grazie alla Cura. Il problema si presenta quando il virus improvvisamente subisce una mutazione e anche l'Insorgenza stessa si ritrova davanti ad una situazione che non è in grado di risolvere.

A grandi linee questo è ciò che succede in questo libro. Non voglio dirvi troppo per non spoilerare, ma tanto queste sono cose che potete leggere anche nella trama.

Mi dirà dove è stato. Gli dirò dove voglio andare.

Già da subito potrete capire come la storia sia incentrata quasi esclusivamente sulla malattia, sulla Mutazione e sulla Cura. Per spiegarvi la trama non ho nemmeno dovuto nominare i tre protagonisti, e questo mi sembra abbastanza assurdo.

Partiamo dal fatto che il primo libro, Matched, l'avevo amato alla follia. Già il secondo però non mi aveva convinta tantissimo e ci ero pure rimasta male perché avevo delle aspettative altissime. Diciamo che nemmeno questo mi ha convinta molto. Si, carino, scorrevole e ogni tanto anche intrigante, ma ci fermiamo qui.

In questo ultimo capitolo non ho trovato sentimenti, non ho trovato un particolare coinvolgimento emotivo e l'autrice stessa mi è sembrata molto distaccata. Il rapporto tra Ky e Cassia, una delle cose che avevo apprezzato di più del primo, è quasi lasciato al caso. Non mi sembrava quasi che questo libro fosse stato scritto dalla stessa autrice che aveva descritto quelle fantastiche scene sulla Collina.

Non puoi cambiare il tuo destino se non sei disposta a muoverti.

Diciamo che il protagonista della storia non è né Cassia, né Ky, né Xander, ma il virus e la sua mutazione.
Nel complesso alla fine l'ho apprezzato, c'era delle scene carine. E mi è piaciuto il fatto che ogni capitolo era dal punto di vista di uno dei tre protagonisti, così la storia poteva essere compresa e i vista da tutte le angolazioni.

Nonostante tutto è una trilogia che consiglio, anche solo per il primo libro che a parer mio vale assolutamente la pena di essere letto.
E nonostante non sia stata la conclusione che mi aspettavo, devo dire che Cassia, Ky e Xander mi mancheranno e per questo aggiungo un mezzo punto alla mia votazione - lo so, sono troppo buona.

Votazione:

 
 
E voi che mi dite? L'avete letto o non ancora? Cosa ne pensate? Let me know (:

3 commenti:

  1. Per me questo libro è stata una grande delusione e nulla più c.c non riesco ancora a crederci. Ho amato Matched e Crossed, per questo la delusione è stata ancora più grande e più forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho amato solo Matched sinceramente. A mio parere già dal secondo la serie è calata drasticamente D:

      Elimina